Le Tecniche Vibrazionali del politico e filosofo Baba Bedi XVI sono tecniche volte al benessere psicofisico e si occupano di tutti i disturbi e disagi psicosomatici. Frutto della sua ricerca e da lui portate in Italia negli anni’70.
Lui le ha denominate Tecniche ma trovo che siano una scienza in quanto frutto di ricerca, studio e osservazione, di come gli impatti emotivi ed il comportamento (vibrazioni-frequenze) interagiscono con il soma e come si può risalire all’origine di un atteggiamento nei confronti della vita, che produce disarmonia sia nelle relazioni che nel fisico, per risolverlo ed evolverlo in positivo.

Sono l’argomento dei libri che pubblico qui, oltre alla mia personale ricerca e sperimentazione per oltre un trentennio.

Il grande Maestro Gabriel Mandel, che ho avuto il privilegio di frequentare, dice: “…Tutto, in buona sostanza, è vibrazione. Ponendo mente alla costituzione della materia, risalendo alla sua costituzione oltre l’atomo, troviamo vibrazione. L’elettricità è solo vibrazione , da positivo a negativo.
Il pensiero umano corre lungo i neuroni grazie all’elettricità, con la quale vengono trasmesse inoltre le sensazioni dalla pelle al sistema centrale.
Qualche fisico, ma solo in linea teorica, afferma che potendo coordinare le vibrazioni di cui si fa una materia, si può essere in grado di farvi passare attraverso un’altra materia.
Una serie di vibrazioni molto alte in decibel influisce in modo negativo sull’organismo, afferma la medicina ufficiale. 
E se ci riuscisse anche il pensiero, visto che la sua base è la vibrazione?  
Vista l’importanza della vibrazione, è chiaro che, se ce ne insegnano i parametri,  siamo in grado di compiere cose speciali….”(da La via del Sufismo di Gabriele Mandel, 2004)           

Le vibrazioni che si utilizzano nelle Tecniche Vibrazionali di Baba Bedi vanno profondamente conosciute prima di applicarle e l’applicazione è sempre un momento di benessere per il terapista stesso e, qualunque sia la Tecnica somministrata, non esiste burn out.

Il terapista vibrazionale,
muovendosi sulle basi delle ricerche del filosofo Bedi, è principalmente un educatore poichè il suo primo compito è quello di “trar fuori” le qualità, capacità e risorse della persona e quindi metterla in grado di utilizzarle.

Personalmente le utilizzo da più di trent’anni e , sino ad ora, con risultati soddisfacenti.
Sono efficaci per tutti i disturbi psicosomatici, anche quando la manifestazione ha radici profonde poichè varie sono le tecniche come varie sono le sitazioni, i bisogni e le urgenze del crescere e vivere.